Francia Nascosta

30/31 maggio – 1/5 giugno

Un viaggio iniziatico sulle orme di Maria Maddalena nella terra dei Catari.

Attraverso questo percorso si vuole conoscere le vicende di una delle figure più dibattute di sempre, cercando di ripercorrere una storia che necessita di essere riportata alla luce dall’oscurità dei secoli.
Il viaggio inizierà in Camargue, a Saintes Marie de la Mer, piccolo reticolo di case bianche intorno ad una meravigliosa chiesa romanica, dove è tramandato il culto delle tre Marie che qui sbarcarono.

Si procederà verso Carcassonne, splendida cittadella medievale palcoscenico di guerre, storie e leggende, profondamente legata alla figura di Maria Maddalena, ma anche ai Catari. Si visiteranno i resti di suggestivi castelli Catari, il piccolo misterioso villaggio di Rennes le Chateau e la bellissima Rocamadour, arroccata su una falesia calcarea, dalla quale si gode di una vista mozzafiato e dove si venera da secoli la Madonna Nera a cui si attribuiscono moltissimi miracoli.

Si farà visita il centro medievale di Albi, patrimonio UNESCO, che racchiude la storia dei Catari, dove si erge una delle più belle e maestose Cattedrali Gotiche d’Europa, per poi proseguire per Nimes, bellissima cittadina provenzale ricca di storia e testimonianze del passaggio romano.
A conclusione del viaggio la visita di Maximin La Sainte Baume, luogo importante per il culto di Maria Maddalena, dove si narra sia vissuta gli ultimi 30 anni della sua vita in una suggestiva grotta scavata nella roccia raggiungibile con un bellissimo percorso a piedi in una foresta sacra.

con la guida di:

Guida di questo viaggio sarà Annamaria Bona, scrittrice, libera ricercatrice dello Spirito. Coltiva interessi nel campo delle energie sottili e da anni dedica la sua vita alla ricerca appassionata della figura di Maria Maddalena. Autrice di alcune pubblicazioni sull’argomento, partecipa a convegni e tiene conferenze e seminari in tutta.

perché questo viaggio

Perché oltre alla bellezza dei castelli medievali, degli antichi villaggi in pietra e delle cattedrali, si potrà ascoltare ancora l’anima di una terra ricca di storia, ma soprattutto si renderà ancora più viva la figura di Maria Maddalena, icona luminosa mai pienamente compresa e indegnamente calpestata nei secoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *