Armenia Mistica

21/27 settembre 2020

Un paese protagonista della storia della civiltà umana che da sempre funge da ponte tra Oriente e Occidente.

Un viaggio in un paese affascinante, ricco di storia e di spiritualità, la terra in cui la tradizione biblica colloca il Giardino dell’Eden e dove si può ammirare il Monte Ararat, sul quale si narra che sarebbe approdato Noè con la sua Arca.
Tappa importantissima posta sulla Via della Seta, un luogo dove tradizioni millenarie e antichissime civiltà si mescolano con la modernità della capitale Yerevan, bellissima con i suoi grandi viali, i mercati ed i musei. Si visiterà Echmiadzin, città sacra soprannominata “il Vaticano armeno” con la stupenda cattedrale, la più antica della cristianità ora patrimonio dell’UNESCO, il tempio ellenistico di Garni simbolo dell’Armenia precristiana, ed anche splendide chiese e monasteri medioevali costruiti completamente in pietra, che si ergono armoniosamente tra natura e paesaggi incantevoli. Tra questi il suggestivo monastero di Khor Virap dominato dal profilo innevato del monte Ararat, il fiabesco monastero di Tatev, il monastero di Noravank costruito su uno spettacolare canyon e il monastero di Ghegard scavato nella roccia.

Si farà visita al sito megalitico di Qarahunj, lo “Stonehenge d’Armenia”, al cimitero di Noratus famoso per i khatchkar, le tipiche pietre scolpite a forma di croce e Khdzoresk, antico villaggio che offre la vista spettacolare di grotte scavate nella roccia risalenti al I secolo a.C..
Si costeggerà il bellissimo lago Sevan, uno dei più grandi laghi ad alta quota del mondo sul quale si erge il suggestivo complesso monastico di Sevanavank.

con la guida di:

Guida di questo viaggio Andrea Di Lenardo, scrittore, laureato in storia antica, appassionato ricercatore di esoterismo e studioso di archeologia.

perché questo viaggio

Per chi è alla ricerca delle origini dell’umanità, tra siti di origine preistorica e i primi insediamenti della cultura cristiana.
Per assaporare un luogo ideale dove perdersi nel silenzio e ricongiungersi all’essenza delle cose e del Sacro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *